Ocean 3D

 Pesci rossi

 

Origine

I pesci rossi (Carassius Auratus) sono originari dell’Asia orientale, dalla Siberia alla Cina.

Il Carassius Auratus in natura predilige acque ferme o con scarse correnti e non ha grandi esigenze.

L’acqua deve essere leggermente basica ad una temperatura compresa tra i 15° e 23° e avere una durezza media compresa tra i 10° e i 20° di GH.
Grazie infatti alla loro adattabilità si può utilizzare anche l’acqua del rubinetto.

Vivono quindi, senza problemi, anche in laghetti all’aperto in cui il vantaggio principale per noi è che riducono la popolazione di zanzare mangiandone le larve!

  • I pesci rossi sono onnivori quindi gradiscono alghe e piante ma anche larve, insetti e molluschi.
  • Non bisogna assolutamente dare ai pesci: pane, biscotti, dolci e zucchero; in commercio ci sono mangimi ottimi ed equilibrati per i pesci rossi.

Scopri nell’approfondimento tutte le curiosità e condizioni ideali per mantenere al meglio il tuo pesce rosso →

Le Oranda

Gli incroci di pesci rossi con altri pesci hanno prodotto diverse variazioni sia di forme delle pinne e degli occhi sia di colori molto vari e belli.
Queste varietà di pesci rossi incrociati, vengono chiamate Oranda.
Le Oranda, al contrario della versione originale del pesce rosso, non sono adatte a vivere all’aperto e perciò, vengono tenute solo in acquari.
Alcune delle varietà di Oranda sono:

  • Oranda occhi a bolla;
  • Oranda Black Moore;
  • Oranda cometa;
  • Oranda testa rossa;
  • Oranda pon pon;
  • Oranda chicchi di riso;
  • Oranda testa di leone;
  • Oranda sarasa;
  • Oranda shubunkin.

Prosegui la lettura nell’approfondimento sugli Oranda e scopri come ricreare un habitat perfetto per il loro allevamento →


 

Manutenzione

E’ sempre consigliato preparare l’acquario o la vaschetta qualche giorno prima dell’inserimento dei nostri amici per far sì che l’ambiente risulti stabile.
Anche l’inserimento in vasca dei pesci è un’operazione da fare con pazienza, il sacchetto contenente i pesci va posto nella vasca a galleggiare per circa 5 minuti in modo che la temperatura del sacchetto contenente i pesci si eguagli a quella della vasca, togliamo l’elastico dal sacchetto e inseriamo un pò di acqua dell’acquario per 2 o 3 volte a distanza di qualche minuto tra un inserimento e l’altro infine liberiamo i pesci.

Tra i fattori che possono portare all’insorgere di malattie nei pesci uno dei principali è lo stress, infatti le situazioni stressanti possono indebolirli e così si ammalano più facilmente, per questo si consiglia un ‘ inserimento dei nuovi ospiti con particolare cura per la temperatura.

  • Vi sono parecchi fattori che possono stressare i pesci:
  • La qualità dell’acqua (durezza, inquinamento, Ph, ecc.)
  • L’alimentazione (eccessiva alimentazione, poco equilibrata, ecc.)
  • Comportamento ( sovrapopolazione, incompatibilità tra speci, ecc.)
  • Ambientali (habitat inadatto o nuovo, trasferimenti, ecc. )
  • Gestionali ( filtraggio insufficente, illuminazione inadeguata, ecc.)

Presso Ocean 3D potrete trovare inoltre, un’infinità di ornamenti, piante vere, piante in resina di tutti i colori, areatori con cui creare fantastici giochi d’acqua e tanti altri simpatici oggetti per arredare al meglio e nel modo più unico e personale il vostro acquario d’acqua dolce.