Ocean 3D

Mangimi per pesci: consigli sull’alimentazione

 mangimi per pesci

Le regole della corretta alimentazione in acquario:

Una parte importante nella gestione di un acquario è sicuramente come e quanto alimentare gli ospiti che popolano la nostra vasca.
E’ importante ricordare che un pesce vivendo in un acquario ben attivato raramente rischia una carenza di mangime, infatti in ogni vasca si formano grosse quantità di microorganismi e microalghe che per i pesci costituisce una fonte di cibo.

  • Perciò è bene alimentare una volta al giorno, la quantità è strettamente proporzionata alla quantità di ospiti, alla dimensione e alla razza degli animali del  nostro acquario, per dare un parametro, è bene che il mangime che noi distribuiamo venga consumato in meno di un minuto circa.
  • E’ da tener presente che la maggioranza dei pesci in buona salute è in grado di ingurgitare, senza sosta, grandi quantità di mangime rischiando spesso occlusioni intestinali e comunque sia i resti organici che il mangime non consumato inquinano moltissimo l’acquario alzando gli inquinanti disciolti in acqua, come ammoniaca, nitrati e fosfati che rischiano di causare molti problemi, come le alghe e sicuramente è la causa di molte morti inspiegabili degli animali.

In natura i pesci mangiano molto ma devono fare anche parecchi sforzi per procurarsi il mangime come nuotare molto, stare attenti ai predatori e spesso trovano cibo degradato e povero di nutrienti.
In acquario invece la vita è molto più semplice, il mangime è abbondante e molto nutriente non ci sono predatori e per trovare il cibo non c’è bisogno di percorrere grandi distanze basta solo….aspettare!!!!!

  • Sconsigliamo l’utilizzo di vitamine da aggiungere ai mangimi per pesci, soprattutto quello secco o liofilizzato proprio perchè questi ne contengono in quantità, spesso le vitamine vengono vendute o consigliate come paliativo (tanto per vendere qualcosa) per nascondere problemi di inappetenza o malattie (come rinvigorente ) spesso causate da una cattiva gestione della vasca.
    Un pesce debilitato e malato a causa dell’ambiente non potrà sicuramente trarre giovamento da vitamine varie ma solo da un deciso intervento sugli errori commessi prima, basterà eseguire una serie di misurazioni dell’ acqua con strumenti validi e non con le solite ” striscette ” che sono a nostro parere molto approssimative.

E’ bene comunque somministrare i mangimi per pesci in maniera equilibrata e variarli il più possibile, abituate i pesci a mangiare ogni tipo di mangime, come quelli surgelati (opportunamente scongelati) il granulare e anche il mangime in scaglie.
La loro diversa composizione è indispensabile per accontentare ogni tipo di esigenza alimentare
, dall’apporto vitaminico, alla quantità di grassi e proteine che ogni esemplare ha bisogno per la propria sopravvivenza.

Importante:

è bene distribuire il mangime approssimativamente sempre alla stessa ora e in particolare a luce accesa,
anche i pesci più timidi o i pulitori si abitueranno a questo ritmo.

I mangimi surgelati per pesci:

mangimi per pesci surgelati

A nostro parere (sono 28 anni che diamo da mangiare ai pesci) il mangime per pesci surgelato è l’alimento più completo, equilibrato e naturale che possiamo somministrare, sia per pesci d’acqua dolce che, per i più esigenti pesci d’acqua marina, soprattutto per quelli appena importati che non sono ancora abituati ai mangimi liofilizzati.
Con i mangimi surgelati possiamo veramente variare, in commercio ne esistono molti tipi come Artenia, Misys, Krill e tanti altri adatti a tutti e alcuni come le cosiddette larve di zanzara (Chironomus), pastone per Discus e altri adatti in particolare ai pesci d’acqua dolce.
Per somministrare questo mangime è opportuno e molto importante scongelarlo prima, infatti è consigliato mettere il mangime in un retino a maglia fine, sciacquarlo sotto l’acqua corrente ( in qusto modo eliminiamo l’acqua di congelamento solitamente molto inquinante).

  • I mangimi per pesci in scaglie sono un’ottima alternativa, pratica e molto gradita ai pesci!
  • I mangimi per pesci in granuli sono indicati per la mangiatoia automatica in quanto non si agglomerano all’interno del contenitore della mangiatoia.

Ricordiamo, e questo è uno degli errori più frequenti nella quantità di mangime distribuita, che questi tipi di mangimi sono liofilizzati e quindi assorbono acqua  aumentando di volume spesso nella pancia dei pesci che li divorano in quantità causando vari problemi digestivi.

Altre tipologie di mangimi per pesci:

In commercio troviamo anche mangimi più specifici che soddisfano in particolare alcune tipologie di pesci che, come i pulitori da fondo, in acqua dolce, amano setacciare il ghiaietto del fondo per mangiare.
In questo caso consigliamo mangimi per pesci in compresse in modo che affondi velocemente
che comunque è molto gradito anche da tutti gli esseri viventi presenti nella nostra vasca.

Per finire non ci stancheremo mai di dire a tutti…………occhio alla quantità!!!!